Meglio Telegram o Whatsapp? Sicuramente meglio Telegram!

TelegramNon uso più Whatsapp da parecchi mesi e non ne sento minimamente la mancanza. Usavo Whatsapp ormai da diversi anni e non avevo mai sentito la grande necessita di migrare verso programmi alternativi. Tutto questo è cambiato nell’ultimo periodo e non perché c’è stata la sua acquisizione da parte di Facebook.

A dire la verità i vari disservizi avuti verso fine febbraio  di questo anno mi hanno fatto storcere il naso, non perché qualche ora offline rappresentasse un grande problema ma perché questi problemi si presentavano abbastanza continuamente in quel periodo.

Inoltre, passando diverse ore al PC, dover utilizzare sempre lo smartphone anche per mandare un messaggio velocissimo mi faceva perdere troppo tempo.

Proprio allora, per una questione di fortuna, mi sono imbattuto in Telegram. Ne parlavano quasi tutti i siti e la maggior parte lo considerava l’alternativa migliore ad Whatsapp. Sinceramente i primi giorni mi ero anche stancato di leggere sempre di questo Telegram e mi dicevo ” Cosa avrà mai questo programma, cosa sa fare rispetto a Whatsapp?”. I primi giorni non lo provai, ma infastidito dal dover sempre utilizzare lo smartphone decisi di tentare la sorte, “tanto è gratis non mi costa niente”, pensai.

telegram-iOS-appSporadicamente avevo già tentato di installare altre applicazioni (leggasi Viber, Line etc.), ma l’impatto iniziale mi aveva sempre fermato dall’utilizzarle in modo continuativo. Forse è stato proprio questo il punto fondamentale che mi ha fatto andare avanti nell’utilizzo di Telegram, cioè la sua interfaccia quasi uguale a Whatsapp.

Nonostante le due UI siano così simili tra loro, quella di Telegram l’ho trovata e la trovo anche attualmente più veloce e leggermente più pulita. C’è anche la possibilità di effettuare uno swype da sinistra verso destra per tornare, dalla chat in uso, alla pagina principale/iniziale.

Telegram-apps-pc-macMa oltre a queste piccolezze, perché dovrei preferire Telegram alla così tanto usata Whatsapp, cosa ha di speciale questo programma “sconosciuto”? Ecco i motivi principali che mi hanno fatto scegliere Telegram come applicazione definitiva:

  • Si può utilizzare sia da mobile che da computer in contemporanea! Tutti i messaggi vengono sincronizzati tramite cloud, basta inserire il proprio numero telefonico ed il gioco è fatto. C’è la compatibilità con Android, iOS, Windows Phone, Windows, Mac OS X e Linux (qui potete trovare tutte le versioni Desktop – non sono client ufficiali ma io utilizzo quello per Windows e mi trovo molto bene).
  • Possibilità di utilizzare chat segrete che si autodistruggono dopo un periodo di tempo scelto dall’utilizzatore.
  • Standard di sicurezza migliori rispetto a Whatsapp.
  • Si possono inviare tutti i tipi di file (fino ad 1GB) e le immagini non vengono compresse (si possono anche comprimere per ridurne il peso, ma sta all’utilizzatore la scelta finale).
  • Completamente gratis! 0,89 € sono davvero pochi come abbonamento annuale per Whatsapp, ma gratis è ancora meglio.

Telegram-apps-smartphone

Personalmente mi trovo benissimo da quando uso Telegram, la comodità di poterlo utilizzare su più dispositivi in contemporanea non ha prezzo e tutte le altre sue caratteristiche lo rendono ancora più appetibile per chi è intenzionato a fare lo switch da Whatsapp.

Se devo trovare un difetto a questo programma è la sua diffusione. Non è direttamente imputabile agli sviluppatori di Telegram il fatto che molta gente ancora non lo conosce, ma resta pur sempre un qualcosa di oggettivo.

Ad essere sincero questo inconveniente è comunque relativo, anche perché se qualcuno vuole veramente contattarvi non si farà problemi ad installare un programmino gratuito. Se proprio non può fare a meno di Whatsapp allora si può parallelamente installare anche Telegram ed utilizzarli entrambi.

Ovviamente in caso di futuri aggiornamenti (e dunque di miglioramenti) di Whatsapp le cose potrebbero cambiare, ma per il momento sono ben felice di utilizzare un programma gratuito che, a parte il non essere così conosciuto, risulta nettamente migliore rispetto ad un’applicazione detenuta da una multinazionale – Facebook – che ha quasi infinite possibilità economiche.

A proposito dell'autore

Fondatore
Google+

21 anni, fondatore ed amministratore di vilcus.com. Sono un grande appassionato di tecnologia, design, musica, film ed in generale di tutte le cose interessanti dalle quali sono circondato. Amo migliorarmi costantemente ed imparare sempre cose nuove, per questo passo ore ed ore a leggere e guardare video senza neanche rendermene conto!