Moshi Moonrock: recensione delle cuffie in-ear “a sasso”

Moshi-moonrock-4Moshi è nota per la creazione di accessori di estrema qualità per dispositivi Apple, ma tra i tanti prodotti questa azienda produce anche cuffie, le quali ovviamente sono compatibili anche con dispositivi Android. Proprio per questo, avendo trovato un’offerta interessante su Amazon.it, non ho perso tempo ed ho acquistato le Moshi Moonrock, un paio di cuffie in-ear che già a prima vista promettevano bene.

Dopo averle provate per un paio di settimane, ecco la recensione delle cuffie Moshi Moonrock.

Descrizione prodotto

Moshi-moonrock-1Prima di tutto voglio dare risalto ad un particolare molto raro da trovare in altri accessori, infatti queste cuffie hanno una custodia realizzata appositamente per loro. Come potete anche vedere dalla foto sopra, le cuffie si inseriscono perfettamente nel case di silicone e questo serve sia per proteggerle che per renderle più facili da trasportare senza incorrere negli odiosi nodi del filo.

I materiali principali sono plastici, e questo dona un’estrema leggerezza sia al filo che al corpo principale dell’accessorio.

Moshi-moonrock-3Il jack è quello da 3,5 mm, fatto che lo rende compatibile con la maggior parte dei dispositivi moderni. Sul filo è presente un tasto multifunzione grazie al quale è possibile fermare/avviare una canzone oppure azionare i comandi vocali.Con un doppio tocco è si può passare alla canzone successiva, mentre con 3 tocchi si torna a quella precedente, ma questa ultima azione è abbastanza difficile da portare a termine in quanto il tasto, essendo piccolo, non sempre riesce a recepire tutti e tre i tocchi. È anche presente un microfono MEMS che permette di effettuare chiamate vocali, le quali hanno un buona qualità ed un volume davvero molto alto.

Nella confezione ci sono anche 3 ricambi di diverse dimensioni e li ho trovati “intelligenti” perché quelli dedicati all’orecchio sinistro sono di colore bianco, mentre quelli per il destro sono rossi. Questa può sembrare una banalità, ma a lungo andare risulta comodo riconoscere al volo una parte dall’altra.

La forma di queste cuffie in-ear non è perfettamente dritta e questo serve ad avere un inserimento più facile nel padiglione auricolare.

Qualità audio

Moshi-moonrock-5

Prima di addentrarmi in questa parte voglio ricordarvi che non stiamo parlando di cuffie “premium” dal costo esorbitante, ma anzi le Moonrock sono decisamente più adatte ad un pubblico che economicamente non si può permettere di spendere certe cifre. Nonostante questo, Moshi non ha voluto creare un prodotto di qualità scadente ma ha realizzato un paio di cuffie altamente superiori rispetto alla loro fascia di prezzo.

Moshi-moonrock-7La qualità audio non è perfetta, ma è sicuramente molto buona. Quello che dal mio punto di vista manca leggermente è la potenza dei bassi, ed anche se la maggior parte delle volte risulta certamente sufficiente, li avrei preferiti un po’ più decisi. Medi ed alti sono invece ben bilanciati e il suono in generale risulta abbastanza cristallino. Avrei insistito un po’ di più su un suono più “caldo”, ma nel complesso, dopo aver ascoltato una decina di generi musicali con una predominanza rap, posso ritenermi senza ombra di dubbio soddisfatto.

Moshi-moonrock-6Molto alto il volume, infatti tenerlo al massimo per più di qualche minuto può provocare seri danni. Per sperimentare mi sono cimentato nell’ascolto di circa 20 minuti a tutto volume, ma dopo essermi tolto le Moshi avevo un po’ di difficoltà nel sentire normalmente. Questo per dirvi che se cercate un audio forte, le Moonrock non vi deluderanno!

Conclusioni

Vilcus-rating-system 4Personalmente mi sento assolutamente di consigliarle, sia per il design minimalista che non dà troppo nell’occhio che per la qualità sonora molto buona. In più c’è la comodissima custodia che aumenta ulteriormente la comodità e la trasportabilità. Il voto finale di 4 stelle è quindi la giusta valutazione per queste cuffie in-ear prodotte da Moshi.

Puoi acquistare le Moshi Moonrock su Ebay.it ad un prezzo di 35€ e con spedizione gratuita.

A proposito dell'autore

Fondatore
Google+

Negli ultimi anni ho provato più di 50 smartphone. Tra tutti questi, quelli che ho preferito nettamente avevano a bordo Android. La passione per il robottino verde è profonda ed il modo che ho di esprimerla al meglio è scrivere su questo blog. Recensioni, guide e consigli per sfruttare al meglio il tuo dispositivo Android sono gli argomenti principali che trovi costantemente su vilcus.com