Android: installare un antivirus serve ad aumentare la sicurezza?

android-sicurezza -Vi siete mai chiesti se installare o meno un antivirus sul vostro telefono Android? Ma serve veramente o sono tutte balle ed effetti placebo? Se è davvero utile, quale bisogna scegliere? Questo articolo servirà a dare le risposte definitive a questi interrogativi.

Utilizzo Android da circa 5 anni e sono passato attraverso le svariate versioni di questo sistema operativo. Visto che superficialmente la parola Android viene associata a vulnerabilità, ho deciso di fare un po’ di chiarezza sulla questione antivirus e sulla loro effettiva utilità.

Quando serve

Principalmente se avete l’abitudine di installare applicazioni di terze parti, quindi non scaricabili tramite il Google Play Store. Ci sono eccezioni, infatti se le app sono disponibili tramite siti ufficiali (per esempio Swiftkey o Whatsapp) allora non ci sono pericoli, ma nel resto dei casi conviene avere a portata di mano un buon antivirus.

Detto questo, però, sconsiglio vivamente di accedere a siti sconosciuti ed andare alla ricerca di applicazioni piratate. Lo so io e lo sapene bene voi che questo non solo è illegale ma può danneggiare la sicurezza del vostro dispositivo.

origini-sconosciute-android -Android ha incluse due funzioni molto utili: Verifica app e Origini sconosciute. La prima consente a Google di verificare le applicazioni prima della loro installazione, mentre la seconda vi dà la possibilità di accettare o meno applicazioni provenienti da fonti sconosciute. Se per qualsiasi motivo avete intenzione di attivare le origini sconosciute, fate altrettanto con la verifica delle app.

Gli antivirus non servono, principalmente, per proteggerci dai virus. Sembra un controsenso, ma è per questo che ci sono molteplici funzioni incluse in una singola applicazione.

avast-androidPrendiamo come esempio Avast, forse il più scaricato ed apprezzato antivirus per Android. Oltre alla classica funzione di trovare ed eliminare i malware, sono l’anti-furto ed il rintracciamento dello smartphone in caso di smarrimento che lo rendono appetibile ai consumatori.

Oltre a questo ci sono funzioni per migliorare la privacy, per monitorare siti web pericolosi, controllare i vari permessi delle applicazioni installate ed addirittura un contatore di rete per tenere d’occhio il traffico dati.

Può essere utile anche per gli utenti che hanno eseguito il root visto che molto probabilmente avranno a che fare con software non reperibili tramite vie ufficiali – non per questo illegali.

Quando non serve

Potrei riassumere brevemente con “Quando si utilizza il buon senso”. Cosa intendo con questo? Prestare attenzione a cosa si scarica e da dove lo si fa. Google Play Store ed Amazon App Store dovrebbero essere le uniche fonti accettate.

Google fa ricerche continue per controllare l’integrità delle applicazioni scaricabili ed in caso di pericolo l’applicazione viene prontamente eliminata.

permessi-android -Un altro aspetto che bisogna prendere in considerazione sono i vari permessi che vi vengono mostrati prima dell’installazione di ciascuna app. Se state scaricando una calcolatrice e tra i permessi richiesti c’è l’accesso agli SMS, qualche dubbio vi deve venire.

Guardate le recensioni. Anche se non sempre sono affidabili al 100%, rappresentano comunque un ulteriore segno per l’integrità delle app.

Conclusioni

La ricetta per non trovarvi con malware o virus di vario tipo è semplice, basta usare un po’ di buon senso e non ricorrere a fonti sconosciute. Android è sicuro, non fatevi venite dubbi amletici su questo. Chi può mettere a repentaglio la vostra sicurezza siete sempre e solo voi.

Volendo rispondere alle domande iniziali:

  • Non c’è bisogno di installare antivirus con un utilizzo equilibrato.
  • Può essere utile solo se non vi attenete alle vie ufficiali o necessitate delle funzioni aggiuntive.
  • Se non vi sentite sicuri, installate Avast o Lookout, entrambi software gratuiti. Non spendete neanche un centesimo per antivirus o applicazioni simili.

Se avete amici che hanno ancora dubbi e che vi continuano a tartassare con il discorso Android = virus (ce ne sono tanti che lo fanno, lo so), condividete questo articolo con loro e fategli sapere come stanno veramente le cose.

▼ Altri 4 Articoli scelti appositamente per te ▼

A proposito dell'autore

Fondatore
Google+

Tifoso del sapere, mi "perdo" nella creatività e mi ritrovo nella razionalità, per questo amo porre le domande giuste e trovare le risposte adatte. Musica, film e libri sono il mio punto debole, la scrittura è quello che mi dà forza. La filosofia Kaizen rispecchia la mia mentalità ed il minimalismo il mio essere. Uso la tecnologia cercando di non farmi usare da lei.